LA DIETA E GLI ALIMENTI DA EVITARE
Per una corretta alimentazione del cucciolo, la dieta deve essere completa e regolare. La variazione dei pasti, anche solo delle marche o della tipologia di conservazione, in scatola o secco, deve avvenire in maniera graduale.

Si dovrà quindi aumentare le dosi del nuovo cibo, riducendo nella stessa proporzione quelle del precedente, miscelando per un certo periodo di tempo l’alimento vecchio con il nuovo. La regolarità dei pasti è fondamentale per evitare eventuali disturbi fisici (come l’obesità) e comportamentali del nostro cane. Un cucciolo non abituato a mangiare allo stesso orario, considererà il cibo come «dovuto» e lo chiederà in continuazione ai padroni, soprattutto nei momenti del pranzo e della cena.

E’ importante saper nutrire correttamente il nostro Shiba Inu, in modo da prevenire danni al suo organismo. Evitare di far mangiare al cucciolo avanzi di cucina, soprattutto se conditi o speziati, e ossa di pollo e coniglio, che possono facilmente spezzarsi in frammenti con conseguenti lesioni, se ingeriti, alla gola, allo stomaco e all’intestino.

Tra gli altri alimenti che non dovrebbero far parte della dieta del cane ricordiamo i formaggi fermentati, le patate, i fagioli e i cavoli, che provocano un’eccessiva fermentazione, ma anche i dolci, lo zucchero, l’aglio e la cipolla, la frutta secca, il pane fresco, i noccioli di ciliegia, amarena, e pesca, l’ uva,le mandorle e le albicocche. Il cioccolato è una sostanza tossica per il cane, perché contiene la teobromine, una sostanza presente in quantità maggiori quanto più è puro il cacao. La soglia di tossicità diminuisce al diminuire della taglia del cane, per cui lo Shiba inu potrebbe intossicarsi con una minima dose di cioccolato.